Riso Corco - Ricetta Marchigiana

Il Riso Corco è un piatto tipico della tradizione marchigiana. Ha origini antiche ed era da considerarsi un piatto povero, che si serviva a tavola quando non c'era molto altro da mangiare. Ma ancora oggi nelle Marche il riso corco è un piatto apprezzato e consumato con frequenza.

Questo piatto può anche essere chiamato "riso coricato", "riso curcu" o più comunemente "frascarelli", che è forse il nome con cui il riso corco è maggiormente conosciuto fuori dalle Marche.

Si presenta come una sorta di polenta e, in quanto tale, può essere condita allo stesso modo. Di norma la si condisce con un giro d'olio d'oliva e un'abbondante spolverata di parmigiano, ma è possibile anche arricchirlo con della salsiccia soffritta , sughi di carne, o baccalà.

Ingredienti per 4 persone per preparare il Riso Corco:

- 330 gr di riso carnaroli

- acqua

- farina bianca q.b.

- sale e pepe

- olio extra vergine d'oliva

- parmigiano grattugiato

- vino bianco da sfumare

- 300 gr di carne macinata

- cipolla per rosolare la carne

Preparazione:

Cuociamo il riso in una pentola ampia con abbondante acqua salata. La quantità di acqua nella pentola dovrà superare di poco la quantità di riso, questo perchè il riso poi non dovrà essere scolato, come invece normalmente accade e misurare la giusta quantità di acqua sarà fondamentale per la buona riuscita del piatto.

Qualche minuto prima di ultimare la cottura del riso iniziate a versare poco alla volta la farina e mescolatela con vigore. Versate tutta la farina e lasciate cuocere ancora qualche minuto. Otterrete un composto cremoso e delicato, del tutto simile alla polenta.

Nel mentre preparate la carne e per farlo lasciate appassire le cipolle tagliate sottili in una pentola con olio d'oliva e un pizzico di sale. Chiudere la pentola con il coperchio e lasciar stufare a fiamma bassa. Aggiungete ora il macinato di carne e lasciate cuocere mescolando bene per amalgamare i sapori. Insaporite con sale e pepe, sfumate con il vino bianco e completare la cottura. Una volta pronta la carne, mettetela da parte per dopo.

Stendete il riso corco su un piatto piano esattamente come stendereste la polenta e conditelo versandoci sopra l'abbondante sugo di carne che avete preparato. In alternativa potrete condire alcuni piatti di polenta corca semplicemente con un giro d'olio d'oliva e parmigiano.

Abbinamenti di vini:

Vi consigliamo di gustare un vino bianco fresco che accompagni bene il Riso Corco. La nostra scelta è il Ribona di Cantine Saputi, che a riprova della sua eccellenza ha recentemente vinto la medaglia d'oro all'International Wine Challenge di Londra.


 

 

Perchè è speciale il Grano Senatore Cappelli

Il grano duro Senatore Cappelli nasce circa 100 anni fa in Italia, ad opera del genetista marchigiano Nazareno Strampelli, originario di Crispiero (in provincia di Macerata - nelle Marche).

Grano antico originario della Tunisia, il Senatore Cappelli fu portato a perfezionamento da Nazareno Strampelli con lo scopo di rendere quanto più funzionale possibile il rapporto di resa del grano e l' apporto nutrizionale dello stesso, con il fine ultimo di venire incontro alle esigenze del popolo italiano.

Approvata e mandata in produzione nel 1915 la pasta Senatore Cappelli - che prende il nome dal Senatore abruzzese che permise a Nazareno Strampelli di perfezionare ed ultimare i propri studi sul grano in questione nella propria masseria Manfredini di Foggia - fino ad anni '60 del secolo scorso fu il frumento più coltivato d'Italia.

Simbolo indiscusso del made in italy e della biodiversità, il grano Senatore Cappelli è tornato alla ribalta per la sua storia tutta italiana di qualità e miglioramento e per le sue caratteristiche di gusto.

Ad oggi se ne ricercano la purezza e l'autenticità, onde evitare ibridazioni del grano e così da garantire solo il meglio della tradizione ai consumatori.

Dove è possibile trovare la Pasta Senatore Cappelli? Noi di Andarpervino ci affidiamo alla pasta trafilata in bronzo e frutto di essicazione lenta a bassa temperatura, prodotta artigianalmente dall'Azienda Carla Latini di Osimo (AN). Gli Spaghetti Senatore Capelli li potete trovare in vendita qui sul nostro sito: http://www.andarpervino.it/shop-on-line/le-ultime-novita/spaghetti-senatore-cappelli-detail.html o nella nostra Enoteca di Recanati (MC) in Viale Nazario Sauro 58/A.

Come recita l'etichetta degli Spaghetti Senatore Cappelli: "Nel 1991 ho ripreso  la coltivazione dei Capelli. Da decenni era stato dimenticato. La mia prima pastificazione in purezza risale al 1992. Oggi, come allora, le sue alte spighe biondo cenere raccontano 100 anni della nostra agricoltura italiana. Questi spaghetti sono la nostra storia. La dedico, ancora una volta, a Nazareno Strampelli, il padre della cerealicoltura mondiale. E li dedico a te, che sono sicura saprai farne tesoro."

Facciamoci un dono e regaliamoci le Marche, regaliamoci l'Italia e le sue eccellenze.

 

Andarpervino SenatoreCappelli

Medaglia d'Oro all'International Wine Challenge 2017 - Incrocio Bruni 54

L'Incrocio Bruni 54 prodotto da Finocchi Viticoltori conferma la sua eccellenza e viene premiato all'International Wine Challenge di Londra con la Medaglia d'Oro. (Gold Medal). Si aggiudica, inoltre, il prestigioso premio TROPHY messo in palio unicamente tra i vincitori della Gold Medal.

Già nella scorsa edizione dell'International Wine Challenge l'Incrocio Bruni aveva fatto parlare di sè aggiudicandosi la Medaglia di Bronzo con l'annata 2014.

L'incrocio Bruni 54, insieme al Verdicchio, è la punta di diamante dell'Azienda Finocchi.

Stiamo parlando di un vitigno creato nel 1936 dal Prof. Bruni, ampelografo di larga fama, incrociando il Sauvignon e il Verdicchio; è un vitigno diffuso quasi esclusivamente nelle Marche e che nel tempo è stato abbandonato a causa della sua scarsa produttività. Il vino presenta particolari note aromatiche e floreali, a volte di frutta acerba e salvia.

 

Incrocio Bruni 54 premiato con la Medaglia d'Oro potete acquistarlo qui: http://www.andarpervino.it/shop-on-line/vini-e-bevande/vini-bianchi/incrocio-bruni-54-gold-wine-winner-detail.html

Andarpervino Finocchi

Pagina 1 di 18